Inter, partenza con il botto

di Alberto Suárez 

Buona la prima per i nerazzurri che fanno poker a San Siro contro il Lecce, grazie anche alla presenza di 64.188 tifosi. L'Inter infatti, come nella stagione 2018/2019, è stata la squadra con maggiori abbonamenti venduti (40.000). Nerazzurri rispondono così all"1-0 della Juventus e alla grande vittoria del Napoli sulla Fiorentina per 4 a 3.

L'Inter nei primi minuti domina; al 13' però arriva l'occasione migliore per il Lecce: dopo una ripartenza di Falco, Lapadula anticipa l'uscita di Handanović e tenta un pallonetto, la palla viene salvata da Skriniar, di testa sulla linea.

Al 16' buona occasione anche per l'Inter; arriva dalla sinistra con un buon cross da parte di Candreva, Lautaro di testa la schiaccia, la palla finisce di poco sopra la traversa Apre al 21' Brozović con la rete dell'1-0: destro dal limite, che finisce nel "sette", dove Gabriel non può arrivare.

Dopo pochi minuti arriva anche il gol di Stefano Sensi: dopo aver saltato due avversari incrocia la palla con un tiro rasoterra, segnando così all'esordio in Serie A il suo primo goal con la maglia nerazzurra.

Il primo tempo si chiude 2-0. Al 15' della ripresa fa centro anche la nuova stella dell'Inter, Romelu Lukaku, che segna davanti al portiere giallorosso dopo la respinta su un tiro di Lautaro andando poi a festeggiare il gol sotto la curva entusiasta.

Al 76' Diego Farias (Lecce) viene espulso dall' arbitro La Penna, per un brutto fallo da dietro su Barella a centrocampo. Il Lecce quindi gioca in 10 nei minuti finali. Nonostante il 3-0, l'Inter non si ferma; arriva il gol del criticatissimo Antonio Candreva, che segna una rete abbondantemente fuori dall'area che si insacca sotto l'incrocio. San Siro rimane incredulo...

L'ex Lazio infatti, era a secco dal 1 settembre 2018, contro il Bologna. La partita conferma come Conte abbia fatto un ottimo lavoro in questi primi mesi, e come la dirigenza nerazzurra abbia fatto un ottimo lavoro sul mercato. Infatti tra i gol dell'Inter ci sono due nuovi arrivati, Sensi e Lukaku. Inter che quindi ha un bel gioco, non delude e resta al passo di Juventus e Napoli, certo, bisognerà attendere per vedere come giocherà con squadre migliori. Nella prossima partita di campionato i nerazzurri dovranno affrontare il Cagliari, con un Nainngolan dal dente avvelenato dopo esser stato scartato dal progetto della sua ex squadra.