Copia di la Flat Tax funziona?

11.08.2019

di Vittorio P.

La Flat Tax è un sistema fiscale che, come dice il nome, prevede un'aliquota (ndr l'aliquota è la percentuale del reddito, del patrimonio o del valore imponibile, in base alla quale si determina l'imposta dovuta fissa e non progressiva). Essa fu ideata negli anni cinquanta dall'economista Milton Friedman. Può essere rivolta a famiglie, ad imprese o talvolta ad entrambi. La manovra economica varata dall'attuale governo alla fine del 2018 prevede una Flat Tax limitata al 15% rivolta solamente alle piccole imprese con fatturato minore a 65 mila euro annui. I primi paesi ad adottare questo sistema furono i Paesi Baltici cioè Estonia, Lituania e Lettonia; successivamente si sono aggiunti a questa lista Russia, Ucraina e altri paesi dell'Est Europa. Nel 2011 il primo ministro ungherese Viktor Orban, molto criticato dalla sinistra ed elogiato dalla destra in Italia, ha varato una tassa fissa al 15%. Grazie alla flat tax tutti i paesi prima elencati hanno avuto un grande sviluppo economico e l'evasione fiscale, che in Italia è uno dei problemi maggiori, è scesa. Le famiglie o imprese con i redditi maggiori sono quelle che guadagnerebbero di più ma anche quelle più povere avrebbero un alleviamento della pressione fiscale.                                  

Soprattutto però essa attirerebbe in Italia imprese da altri paesi del mondo, specialmente del settore terziario aumentando così l'occupazione e facendo crescere il PIL, come sta avvenendo nei paesi dell'Est Europa. In Italia essa costerebbe allo Stato circa 60 miliardi di euro all'anno mentre il costo di quella già varata è di circa 13 miliardi. Nel caso ci fosse una votazione in Parlamento per l'approvazione quasi certamente passerebbe dato che i partiti a favore sono quelli compresi nel centro-destra cioè FI, FdI e Lega che da soli hanno il 37% e, in più, il MoVimento 5 stelle con il suo 32% sarebbe costretto a votarla se vuole mantenere in piedi il governo. Se però la proposta fosse impostata come negli altri paesi con un'aliquota unica al 15% sarebbe dichiarata incostituzionale: l'articolo 53 della Costituzione dice che tutti sono tenuti a concorrere alle spese pubbliche in ragione della loro capacità contributiva e che il sistema tributario è informato a criteri di progressività, come il sistema attuale. Dunque i politici italiani, in primis il leghista Armando Siri, hanno ideato una flat tax a due aliquote: una al 15% e l'altra al 20%. Diversi esponenti del governo hanno dichiarato che la flat tax sarà contenuta nella manovra economica 2019. Probabilmente però non sarà rivolta a tutti ma in ogni caso aumenterà il numero di persone o imprese a cui è rivolta quella già in vigore sperando che con essa l'economia italiana, al giorno d'oggi ferma, ricominci a crescere.

Seguici sui social!